HomeNewsAddio a "Hey Siri": la rivoluzione del nuovo assistente virtuale di Apple...

Addio a “Hey Siri”: la rivoluzione del nuovo assistente virtuale di Apple si avvicina!

Potrebbe essere presto il momento di dire addio al comando "Hey Siri" per richiamare l’assistente virtuale di Apple. Questo perché, secondo le ultime notizie, la casa produttrice sta lavorando ad una tecnologia che permetterà di attivare Siri senza dover pronunciare alcuna parola. Si tratterebbe di un’innovazione che semplificherebbe notevolmente l’interazione tra

Secondo quanto riportato da Mark Gurman di Bloomberg, durante la conferenza mondiale degli sviluppatori WWDC 2023, Apple potrebbe presentare una rivoluzionaria novità per Siri. Si tratta di una funzionalità che non richiederà più l’utilizzo della frase di attivazione "Hey Siri" per richiamare l’assistente virtuale. Questa innovazione rappresenterebbe un importante passo avanti nella facilità d’uso del dispositivo, rendendo l

In un recente tweet, il noto esperto di tecnologia Mark Gurman ha confermato che l’aggiornamento della frase di attivazione di Siri potrebbe essere tra i prossimi annunci di Apple. Questa novità è stata anticipata da Gurman già lo scorso novembre, quando aveva rivelato che la società stava lavorando per consentire a Siri di comprendere e rispondere ai comandi senza l’utilizzo della frase "Hey Siri". In pratica, gli utenti potranno attivare l’assistente virtuale semplicemente dicendo "Siri".

Apple sta attualmente lavorando per rendere possibile l’attivazione di Siri con una sola parola, ovvero "Siri", senza il bisogno di aggiungere il prefisso "Hey". Nonostante possa sembrare una piccola modifica, questa novità presenta una sfida tecnica importante che richiede un’ulteriore formazione dell’IA e un lavoro di ingegneria avanzato. In particolare, la complessità maggiore consiste nel fatto che Siri dovrà essere in grado di comprendere la parola "Siri" pronunciata in diversi accenti e dialetti, il che rappresenta un’ulteriore difficoltà. Ad oggi, l’opzione di utilizzare "Hey Siri" migliora la riconoscibilità del comando, ma l’azienda sta facendo del suo meglio per rendere l’utilizzo dell’assistente virtuale ancora più semplice e intuitivo.

La sfida per Siri risiede nella capacità di comprendere il termine "Siri" pronunciato in vari accenti e dialetti. L’utilizzo di due parole, "Hey Siri", incrementa la possibilità che il sistema interpreti con precisione il comando impartito. Questo aspetto evidenzia la complessità del processo e la necessità di una grande attenzione nella fase di sviluppo dell’assistente virtuale.

Secondo quanto riferito dal noto analista Mark Gurman, Apple sta considerando la possibilità di rendere l’attivazione di Siri più immediata, simile a quella dell’assistente vocale di Amazon, che risponde al comando "Alexa". Inoltre, l’azienda di Cupertino starebbe lavorando per creare una maggiore integrazione di Siri con applicazioni di terze parti e servizi, al fine di fornire un’assistenza ancora più completa e personalizzata.

Gurman, al principio, aveva prospettato che le modifiche per Siri sarebbero state introdotte non prima del 2023 o del 2024, ma il suo ultimo messaggio su Twitter fa supporre che esiste una reale possibilità che ciò accada già durante la WWDC della settimana prossima.

Su questo sito è possibile trovare l’iPhone 14 Pro a

RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments