HomeNewsCopilot Pro: la nuova frontiera dell'intelligenza artificiale di Microsoft

Copilot Pro: la nuova frontiera dell’intelligenza artificiale di Microsoft

Microsoft ha recentemente annunciato il lancio altamente atteso di Copilot Pro, un abbonamento premium che rende accessibile la potente intelligenza artificiale generativa dell’azienda di Redmond a un vasto numero di utenti in tutto il mondo. Questa novità si estende anche all’arrivo dell’ufficiale applicazione per iOS e Android, aprendo le porte a un’esperienza più ampia e innovativa.

Uno dei principali benefici offerti da Copilot Pro è la possibilità di utilizzare l’intelligenza artificiale di Microsoft su una vasta gamma di dispositivi, come gli smartphone, portando così le potenzialità di questo strumento rivoluzionario sempre con sé. Gli abbonati a Microsoft 365 Personal e Family avranno anche l’accesso anticipato alle funzionalità di Copilot su Word, Excel (solo in inglese), PowerPoint, Outlook e OneNote su PC Windows, Mac e iPad.

Copilot Pro offre anche un accesso prioritario a ChatGPT-4 Turbo, consentendo agli utenti di sfruttare le funzionalità del software di OpenAI anche durante le ore di punta, garantendo prestazioni e velocità ottimali. Microsoft ha potenziato anche Image Creator di Designer (ex Bing Image Creator), rendendo il processo di creazione delle immagini più efficiente, veloce e con un livello di dettaglio decisamente superiore.

Gli utenti con un abbonamento Pro avranno l’opportunità di creare il proprio Copilot GPT personalizzato, un sistema organizzativo basato su argomenti o funzioni specifiche, accessibile tramite l’app Copilot GPT Builder, promettendo un’esperienza ancora più personalizzata e adattata alle esigenze individuali degli utenti.

Per sottoscrivere un abbonamento a Copilot Pro, gli utenti dovranno pagare un costo mensile di 22 euro. I vantaggi offerti sono molteplici: oltre all’accesso a una vasta gamma di strumenti AI di Microsoft, gli utenti contribuiranno gradualmente alla diffusione capillare di Copilot, trasformando l’intelligenza artificiale in uno strumento di uso comune, paragonabile a un browser o a un tool per la produttività.

D'Orazi Dario
D'Orazi Dariohttps://it-it.facebook.com/darioita
Editore e Giornalista mi occupo di tutto quello che fa parte della tecnologia, automobili e curiosità. Laureato sono sempre stato appassionato alla scrittura e amo il mondo del giornalismo.
RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments