HomeNewsGoogle sfida ChatGPT con una nuova Ai: ecco cosa può fare il...

Google sfida ChatGPT con una nuova Ai: ecco cosa può fare il suo rivale

Google ha comunicato un cambiamento nel nome del proprio Large Language Model, passando da “Bard” a “Gemini”. Questo cambio, avvenuto all’8 febbraio, è stato accompagnato anche da un aggiornamento delle funzionalità dell’assistente AI di Google.

In particolare, lo scopo di questo “rebranding” sembra essere quello di mettere in evidenza il modello IA lanciato da Google a dicembre, chiamato appunto “Gemini”. Questo modello è stato reso disponibile in tre diverse “dimensioni” di capacità di processing: Nano, Pro ed Ultra, con quest’ultima opzione disponibile solo mediante abbonamento a “Gemini Advanced” a $19.99 al mese.

Inoltre, Google ha annunciato che Gemini sarà integrato nelle app del “Google Workspace” e verrà anche creata un’app indipendente per cellulari, sia per Android che per iOS, al fine di fornire assistenza in vari contesti.

Tutto ciò avviene in un momento in cui si sta assistendo ad una sorta di “corsa alle armi” tra Google, con Gemini, e Microsoft, con il suo Copilot, per l’offerta al pubblico della tecnologia IA più avanzata possibile. A questo proposito, è importante non cedere alla tentazione di accettare acriticamente le risposte di un’IA e rimanere consapevoli degli effetti che questa tecnologia potrebbe avere.

D'Orazi Dario
D'Orazi Dariohttps://it-it.facebook.com/darioita
Editore e Giornalista mi occupo di tutto quello che fa parte della tecnologia, automobili e curiosità. Laureato sono sempre stato appassionato alla scrittura e amo il mondo del giornalismo.
RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments