HomeNewsIl cambiamento del New York Times: come l'integrazione delle IA sta rivoluzionando...

Il cambiamento del New York Times: come l’integrazione delle IA sta rivoluzionando il giornalismo

Il celebre New York Times ha deciso di integrare l’uso delle intelligenze artificiali, un cambiamento significativo rispetto alla sua posizione critica nei confronti di questa tecnologia. A dispetto della sua precedente contrarietà a permettere alle grandi aziende di utilizzare i suoi articoli per l’addestramento di IA proprietarie, il giornale sta ora esplorando attivamente l’impiego di tecnologia all’interno delle sue redazioni.

Una svolta epocale è stata annunciata da Zach Seward, incaricato di guidare le iniziative IA del giornale. Ha dichiarato che il Times sta costituendo un team prototipale dedicato all’uso dell’IA generativa e di altre tecniche di machine learning per assistere i giornalisti nella raccolta e presentazione delle notizie. Le posizioni aperte per ingegneri specializzati in machine learning, designer ed editor, ingegneri del software e altre figure chiave sono già state pubblicizzate per questa nuova iniziativa.

Nonostante alcune posizioni siano già disponibili, il Times deve ancora pubblicare tutte le offerte di lavoro menzionate. Tuttavia, posizioni di grande rilievo come direttore editoriale associato per le iniziative IA e editor senior legato a tali iniziative saranno presto occupate da professionisti con competenze variegate in ingegneria, ricerca e design, collaborando insieme nelle Newsroom.

Questa svolta è notevole, considerando la precedente opposizione del New York Times nei confronti dell’uso improprio dei suoi articoli nell’addestramento di modelli di IA. Tuttavia, il giornale ha sottolineato che il giornalismo rimarrà sempre affidato agli esperti giornalisti, mentre l’IA avrà un ruolo di supporto. Dettagli precisi sull’utilizzo di questa tecnologia rimangono ancora poco chiari.

Con questa iniziativa, il New York Times si unisce a una lista crescente di organizzazioni media che esplorano l’integrazione dell’IA nelle loro operazioni quotidiane, segnando una nuova fase nel rapporto tra giornalismo e tecnologia emergente. Il progresso tecnologico era inevitabile e il giornalismo non poteva certo rimanere immune da questa trasformazione. Era solo questione di tempo.

D'Orazi Dario
D'Orazi Dariohttps://it-it.facebook.com/darioita
Editore e Giornalista mi occupo di tutto quello che fa parte della tecnologia, automobili e curiosità. Laureato sono sempre stato appassionato alla scrittura e amo il mondo del giornalismo.
RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments