HomeNewsIl conflitto tra Apple e il DMA: l'Europa pronta a prendere provvedimenti...

Il conflitto tra Apple e il DMA: l’Europa pronta a prendere provvedimenti drasticI

Men che meno da quando Apple ha annunciato la sua conformità al nuovo regolamento dell’Unione Europea per i mercati digitali, che consentirà agli utenti di installare app da fonti diverse dall’App Store. La mela ha sviluppato un ecosistema che permetterà la creazione e l’installazione di marketplace alternativi, gestiti però interamente da Apple, che ha anche istituito una tassa tecnologica di base per chi vuole pubblicare su store di terze parti.

Questa mossa ha lasciato spiazzati molti sviluppatori e aziende, che si aspettavano una maggiore libertà. La questione delle commissioni, in particolare, ha generato molte polemiche, con Spotify che accusa Apple di giocare sporco e il fondatore di Epic Games che sostiene che costringerà molti sviluppatori a rimanere con l’App Store.

L’entrata in vigore del nuovo regolamento è prevista per il 7 marzo e le aziende coinvolte, come Apple, hanno poco più di un mese per adeguarsi. Il regolamento mira a favorire la libera concorrenza e ad evitare i monopoli e prevede multe fino al 10% del fatturato annuale per le violazioni.

La Commissione Europea non ha ancora espresso un parere sulle decisioni di Apple, ma il Commissario Europeo per il mercato interno ha dichiarato che valuteranno attentamente le proposte delle aziende, con il feedback di terze parti, e che non esiteranno ad intraprendere azioni forti nel caso in cui non siano sufficientemente valide.

Recentemente, la Coalizione for App Fairness ha definito vergognoso insulto l’approccio di Apple, mentre Microsoft ha dichiarato che si tratta di un passo nella direzione sbagliata. Anche il CEO del marketplace alternativo per Android Aptoide ha ritenuto che le commissioni richieste siano troppo elevate.

Al momento, Apple non ha rilasciato dichiarazioni e resta da vedere se il sistema proposto sarà sufficiente per soddisfare le normative europee. La questione rimane quindi aperta, con molte aspettative e preoccupazioni per il futuro del mercato digitale.

D'Orazi Dario
D'Orazi Dariohttps://it-it.facebook.com/darioita
Editore e Giornalista mi occupo di tutto quello che fa parte della tecnologia, automobili e curiosità. Laureato sono sempre stato appassionato alla scrittura e amo il mondo del giornalismo.
RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments