HomeNewsIl futuro di FaceTime: l'avvento dei deepfake su Vision Pro

Il futuro di FaceTime: l’avvento dei deepfake su Vision Pro

Apple sta sviluppando una tecnologia per il visore Vision Pro che permetterà di utilizzare le conversazioni FaceTime attraverso avatar chiamati Spatial Personas. Questi avatar saranno ricostruzioni 3D realistiche animate, generate dalla scansione del volto tramite la videocamera 3D del visore e dai processori e algoritmi di apprendimento automatico. Spatial Personas appariranno con uno sfondo trasparente, dando la sensazione di essere presenti nell’ambiente circostante. Saranno visualizzati durante le chiamate FaceTime e durante le sessioni SharePlay che permettono di guardare e ascoltare contenuti e giocare online con altre persone. Apple ha presentato questi avatars alla WWDC e afferma che sono il futuro delle videoconferenze.

Tuttavia, i commentatori hanno espresso preoccupazione riguardo all’aspetto e alla natura di questi avatar, descrivendoli come innaturali e inquietanti. Molte persone preferiscono il contatto umano autentico e chiedono se questi avatar renderanno le videocall ancora più inaccessibili e distanti. Apple ha previsto di rilasciare un’anteprima di Spatial Personas entro la fine dell’anno per verificare queste preoccupazioni. In ogni caso, il visore Vision Pro non sarà disponibile prima del 2024 e costerà negli USA a partire da 3499$.

D'Orazi Dario
D'Orazi Dariohttps://it-it.facebook.com/darioita
Editore e Giornalista mi occupo di tutto quello che fa parte della tecnologia, automobili e curiosità. Laureato sono sempre stato appassionato alla scrittura e amo il mondo del giornalismo.
RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments