HomeNewsLa battaglia dell'App Store: Meta e Microsoft UE sfidano le regole di...

La battaglia dell’App Store: Meta e Microsoft UE sfidano le regole di Apple

Un nuovo rapporto rivelatore svela che sia Meta che Microsoft stanno esercitando pressioni nelle sale del potere dell’Unione Europea, chiedendo di respingere i nuovi termini proposti da Apple, definiti “onerosi” e “proibitivi”. La notizia non sorprende, visto che fin dall’annuncio dei nuovi termini dell’App Store da parte di Apple, molti hanno criticato tali regole, definendole una “conformità maliziosa” al Digital Markets Act dell’UE, che in realtà vanifica il suo intento antitrust.

Le modifiche introdotte da Apple in iOS 17.4 permettono agli sviluppatori di vendere le proprie app al di fuori dell’App Store, ma impongono comunque una commissione del 27% sulle vendite esterne all’App Store. Inoltre, le regole alternative per rimanere all’interno del negozio ufficiale prevedono una quota di 0,50 euro per installazione oltre il milione di download, una cifra impraticabile per molti sviluppatori. L’UE ha annunciato di essere pronta ad adottare provvedimenti decisi se ritenesse inaccettabile l’approccio di Apple.

Meta e Microsoft hanno già manifestato pubblicamente il loro dissenso, chiedendo all’UE di respingere la proposta di Apple e di offrire migliori termini e regole dell’App Store per gli sviluppatori europei. Gary Swidler, presidente di Match Group, ha espresso dubbi sull’accettazione del piano di Apple da parte dell’UE, definendola “tutt’altro che garantita”.

Adesso spetta all’UE decidere se i nuovi termini di Apple sono sufficienti per conformarsi al DMA, cercando il parere degli sviluppatori. In caso di inadempienza al DMA, l’UE potrebbe infliggere multe ingenti ad Apple, ma è più probabile che respingerà formalmente i termini e chiederà nuove proposte all’azienda di Cupertino.

D'Orazi Dario
D'Orazi Dariohttps://it-it.facebook.com/darioita
Editore e Giornalista mi occupo di tutto quello che fa parte della tecnologia, automobili e curiosità. Laureato sono sempre stato appassionato alla scrittura e amo il mondo del giornalismo.
RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments