HomeNewsLa nuova tecnologia di Apple: Vision Pro funziona a 90Hz per un'esperienza...

La nuova tecnologia di Apple: Vision Pro funziona a 90Hz per un’esperienza di visualizzazione ottimale!

Durante il WWDC 2023, Apple ha presentato il tanto atteso visore per la mixed reality Vision Pro, il quale debutterà negli Stati Uniti all’inizio del 2024 ad un prezzo molto elevato, ovvero 3.499€. Successivamente alla presentazione, gli sviluppatori hanno avuto modo di scoprire ulteriori specifiche tecniche del dispositivo.

Apple ha ufficializzato che il refresh rate del display del suo visore è di solito di 90 fotogrammi al secondo, una frequenza di aggiornamento più alta rispetto a quella degli iPhone base che si fermano a 60Hz, ma più bassa di quella offerta dagli iPhone 13 Pro e 14 Pro, che raggiunge i 120Hz.

Tuttavia, il refresh rate di 90Hz è il criterio minimo consigliato per le esperienze nell’ambito della realtà virtuale, in quanto viene accettato dal cervello umano come un movimento effettuato nella vita reale. In situazioni specifiche, il dispositivo è in grado di raggiungere una frequenza di aggiornamento maggiore, ad esempio durante la visione di film a 24fps offre un refresh rate a 96Hz, riducendo così l’effetto di jitter dei fotogrammi.

Questo meccanismo è simile al modo in cui i display ProMotion su iPhone e iPad si adattano dinamicamente al contenuto visualizzato. Molti visori per la realtà virtuale presenti sul mercato riescono a spingersi fino a 144Hz, ma ciò non è sufficiente per certificare la qualità di un visore.

Il visore di Apple, a partire dalla tecnologia applicata sui display, garantirebbe performance più elevate rispetto alla concorrenza. Inoltre, le specifiche tecniche annunciate da Apple sembrano promettere un’esperienza di alta qualità nell’ambito della realtà virtuale.

D'Orazi Dario
D'Orazi Dariohttps://it-it.facebook.com/darioita
Editore e Giornalista mi occupo di tutto quello che fa parte della tecnologia, automobili e curiosità. Laureato sono sempre stato appassionato alla scrittura e amo il mondo del giornalismo.
RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments