HomeNewsLe prime norme di sicurezza sull'Intelligenza Artificiale: l'Europa in prima linea

Le prime norme di sicurezza sull’Intelligenza Artificiale: l’Europa in prima linea

L’Europa sta facendo progressi nella regolamentazione dell’intelligenza artificiale per garantire un utilizzo sicuro e trasparente che rispetti i diritti umani. Il Parlamento europeo ha adottato una posizione negoziale sulla legge sull’Intelligenza Artificiale con una maggioranza schiacciante di 499 voti a favore, 28 contrari e 93 astensioni. L’obiettivo delle norme proposte è di promuovere un uso affidabile e incentrato sull’essere umano dell’IA e di proteggere la salute, la sicurezza, i diritti fondamentali e la democrazia dai potenziali effetti dannosi della tecnologia.

Le normative sull’IA si basano su un approccio al rischio e prevedono obblighi per i fornitori e gli operatori dei sistemi di IA a seconda del livello di rischio che l’IA può generare. Le applicazioni ad alto rischio includono i sistemi utilizzati per il punteggio sociale, l’uso di sistemi di identificazione biometrica remota, sistemi di polizia predittiva, sistemi di riconoscimento delle emozioni e l’estrazione non mirata di dati biometrici da Internet o da filmati di telecamere a circuito chiuso.

Inoltre, la legge prevede l’esenzione per le attività di ricerca e le componenti dell’IA fornite con licenze open-source per sostenere l’innovazione e le PMI. Gli sviluppatori di modelli di base dovrebbero valutare e mitigare i possibili rischi e registrare i loro modelli nella banca dati dell’UE prima della loro immissione sul mercato europeo. I sistemi di IA generativa dovrebbero rispettare i requisiti di trasparenza e fornire salvaguardie per evitare la generazione di contenuti illegali.

Per Brando Benifei, correlatore della legge, l’Europa ha proposto una risposta concreta agli effetti dannosi dell’intelligenza artificiale. Vogliamo che il potenziale creativo e produttivo dell’IA venga sfruttato, e durante i negoziati con il Consiglio di tutela della nostra posizione e contrastare i pericoli per la democrazia e la libertà.

In conclusione, l’Europa dimostra un impegno senza precedenti per garantire una normativa sicura e trasparente dell’AI. La legge sull’intelligenza artificiale stabilirà uno standard a livello mondiale per lo sviluppo e la governance dell’IA, assicurando che questa tecnologia si evolva e venga utilizzata nel rispetto dei valori europei della democrazia, dei diritti fondamentali e dello Stato di diritto.

D'Orazi Dario
D'Orazi Dariohttps://it-it.facebook.com/darioita
Editore e Giornalista mi occupo di tutto quello che fa parte della tecnologia, automobili e curiosità. Laureato sono sempre stato appassionato alla scrittura e amo il mondo del giornalismo.
RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments