HomeNewsL'Iliad e Open Fiber suggellano un'alleanza per portare Internet fino alle zone...

L’Iliad e Open Fiber suggellano un’alleanza per portare Internet fino alle zone più remote con la FWA

L’autorità garante per le telecomunicazioni, AGCom, ha recentemente approvato il leasing delle frequenze di banda 26Ghz da parte di Iliad a favore di Open Fiber. Questo consentirà l’utilizzo delle frequenze per il servizio Fixed Wireless Access, in particolare nelle aree bianche, cioè zone prive di infrastrutture a banda larga. Questa operazione, che rientra nel Piano Banda Ultralarga del Ministero delle Imprese, mira a estendere la copertura di rete anche nelle aree meno popolate e con meno infrastrutture.

Open Fiber, incaricata di realizzare l’infrastruttura tecnologica per il Piano Banda Ultralarga, ha già costruito oltre 74.587 km di rete, rappresentando l’83% del totale previsto. Inoltre, ha realizzato oltre 3.169 stazioni radio base per il servizio Fixed Wireless Access.

L’accordo tra Open Fiber e Iliad riguarda il leasing delle frequenze della banda 26,5-27,5 Ghz per utilizzarle per il segnale FWA. Si tratta di una tecnologia che utilizza le frequenze 4G e/o 5G per fornire connessione a banda larga in aree non cablate o con scarsa densità di popolazione.

Questa operazione non mette a rischio la libera concorrenza, in quanto riguarderà solo alcuni territori circoscritti in 9 regioni specifiche. Overall, l’obiettivo è quello di ridurre significativamente il digital divide nel nostro paese.

D'Orazi Dario
D'Orazi Dariohttps://it-it.facebook.com/darioita
Editore e Giornalista mi occupo di tutto quello che fa parte della tecnologia, automobili e curiosità. Laureato sono sempre stato appassionato alla scrittura e amo il mondo del giornalismo.
RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments