HomeNewsmacOS Sonoma: l'evoluzione rapida con la stabilità e l'intelligenza artificiale

macOS Sonoma: l’evoluzione rapida con la stabilità e l’intelligenza artificiale

Durante la WWDC23, Apple ha fatto degli accenni all’Intelligenza Artificiale (AI), ma senza menzionare esplicitamente tale termine. Tuttavia, in alcune sessioni della conferenza per sviluppatori, sono state evidenziate alcune caratteristiche che permetteranno di velocizzare le funzioni di AI in locale, su macOS Sonoma, direttamente sui dispositivi degli utenti, anche in assenza di connessione internet.

Le modifiche apportate consentono a modelli di apprendimento come Stable Diffusion di funzionare più velocemente utilizzando meno memoria. Hugging Face, un’azienda specializzata in questo campo, ha evidenziato i miglioramenti ottenibili tramite Core ML (il framework di apprendimento automatico di Apple) su iPhone, iPad e Mac.

Apple ha ottimizzato il framework Core ML e ha incluso nuovi strumenti di compressione e ottimizzazione nel toolbox coremltools, che permette di convertire i modelli nel formato Core ML. Questi cambiamenti consentono ai modelli come Stable Diffusion di funzionare più velocemente e con minor utilizzo di memoria. Apple afferma che queste nuove ottimizzazioni permettono di ottenere prestazioni migliorate del Neural Engine fino al 30% rispetto a prima.

Una delle novità è che il framework permette di utilizzare la paletizzazione a 6 bit, una modalità di rappresentazione dei numeri in virgola mobile. L’app Diffusers di Hugging Face verrà presto aggiornata per sfruttare queste nuove ottimizzazioni AI del motore Core ML di Apple.

Al momento, queste novità sono state testate su macOS Sonoma, ma è probabile che funzionalità simili siano o saranno disponibili anche su iOS 17 e iPadOS 17, con evidenti benefici per le app che utilizzano l’AI generativa.

In conclusione, Apple ha introdotto miglioramenti significativi nell’Intelligenza Artificiale durante la WWDC23, con modifiche al framework Core ML e al toolbox coremltools, consentendo ai modelli di apprendimento come Stable Diffusion di funzionare più velocemente e con minor uso di memoria. Si prevede che queste novità saranno disponibili anche su iOS 17 e iPadOS 17, portando benefici alle app basate sull’AI generativa.

D'Orazi Dario
D'Orazi Dariohttps://it-it.facebook.com/darioita
Editore e Giornalista mi occupo di tutto quello che fa parte della tecnologia, automobili e curiosità. Laureato sono sempre stato appassionato alla scrittura e amo il mondo del giornalismo.
RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments