HomeNewsProteggi la tua privacy con iOS 17: blocchi le foto di nudo...

Proteggi la tua privacy con iOS 17: blocchi le foto di nudo non desiderate

Apple ha recentemente presentato iOS 17, una nuova versione del sistema operativo per iPhone che integra numerose funzionalità per semplificare la condivisione di elementi tra dispositivi tramite AirDrop. Ad esempio, con un semplice gesto è possibile condividere informazioni di contatto tra due iPhone o tra un iPhone e un Apple Watch. Tuttavia, la società ha voluto anche implementare nuove misure di sicurezza per proteggere gli utenti da eventuali abusi: è stato introdotto il Sensitive Content Warning, un’avviso sui contenuti sensibili che permette di impedire la visualizzazione di foto di nudità non richieste.

La funzione in questione, che può essere utilizzata non solo con iMessage ma anche con altre app, prevede che il sistema mostri un avviso all’utente chiedendo se si desidera visualizzare o meno tali contenuti. Grazie alle tecnologie di machine learning, iOS 17 è in grado di individuare e nascondere automaticamente contenuti sessualmente espliciti inviati tramite AirDrop, nei Contact Posters o nella selezione delle foto.

Inoltre, con questa nuova versione, Apple ha deciso di includere una funzionalità che permette alle persone di personalizzare la schermata in base a chi chiama tramite l’app Telefono. Infatti, attraverso Contact Posters, è possibile scegliere specifici sfondi per i contatti più importanti.

Il Sensitive Content Warning funziona solo sul dispositivo e non richiede collegamenti o trasferimenti di dati tramite internet. Apple ha inoltre assicurato che il materiale esaminato non viene conservato. Per utilizzare tale funzione, bisogna attivare l’opzione “In famiglia”, che consente di condividere con i propri familiari l’accesso ai servizi Apple.

Nel 2021, Apple aveva inizialmente previsto di implementare una funzionalità per la scansione delle foto degli utenti caricati su iCloud, al fine di individuare contenuti pedopornografici e di segnalarli al National Center for Missing and Exploited Children. Tuttavia, tale funzione è stata abbandonata successivamente a seguito delle proteste e delle preoccupazioni riguardo alla possibilità di falsi positivi.

D'Orazi Dario
D'Orazi Dariohttps://it-it.facebook.com/darioita
Editore e Giornalista mi occupo di tutto quello che fa parte della tecnologia, automobili e curiosità. Laureato sono sempre stato appassionato alla scrittura e amo il mondo del giornalismo.
RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments