HomeNewsSiri rivoluziona il comando vocale: addio a 'Hey Siri' e integrazione con...

Siri rivoluziona il comando vocale: addio a ‘Hey Siri’ e integrazione con app di terze parti

In futuro, potrebbe non essere più necessario pronunciare il comando "Hey Siri" per richiamare l’assistente virtuale di Apple. Questa innovazione potrebbe cambiare la vita degli utenti, semplificando l’accesso alle funzioni dell’assistente. Apple sta lavorando costantemente per migliorare l’esperienza utente, e questa potrebbe essere una delle tante novità in arrivo. Restiamo quindi in attesa di ul

Secondo quanto riportato da Mark Gurman di Bloomberg, durante la prossima edizione della Worldwide Developers Conference (WWDC) del 2023, Apple potrebbe presentare una rivoluzionaria novità riguardante Siri. Si tratterebbe di una funzionalità che non richiederà più l’utilizzo della frase di attivazione "Hey Siri" per poter usufruire dell’assistente virtuale. Questa potrebbe rappresentare un importante passo avanti nell’esperienza

Secondo quanto riportato da Gurman in un nuovo tweet, sembra che la modifica alla frase di attivazione di Siri potrebbe essere tra gli annunci della prossima settimana. Questa novità è stata anticipata già a novembre, quando Gurman aveva svelato che Apple stava lavorando per permettere a Siri di comprendere e rispondere ai comandi senza dover utilizzare la frase di attivazione "Hey Siri". In sostanza, gli utenti potranno semplicemente invocare l’assistente vocale dicendo "Siri".

Apple sta attualmente lavorando per semplificare la frase di attivazione di Siri, eliminando la necessità di dire "Hey" e richiedendo solo il comando seguito da "Siri". Sebbene sembri una modifica marginale, questo cambiamento richiede un notevole sforzo tecnico e di ingegneria, che implica un addestramento più approfondito dell’IA. Il sistema deve infatti essere in grado di comprendere la parola "Siri" in diversi accenti e dialetti, il che aumenta la complessità dell’operazione. Attualmente, l’utilizzo di due parole, "Hey Siri", garantisce una maggiore precisione nell’interpretazione dei comandi vocali.

Il vero ostacolo per Siri risiede nella sua capacità di comprendere la parola "Siri" in una vasta gamma di accenti e dialetti. L’inserimento della doppia parola "Hey Siri" aumenta le possibilità che il sistema possa interpretare correttamente il comando. Questa complessità rappresenta una sfida per gli sviluppatori, che devono garantire un’esperienza utente fluida e accurata.

Secondo quanto riportato da Gurman, Apple starebbe lavorando a una modifica per rendere più immediata l’attivazione di Siri, simile a quella dell’assistente vocale di Amazon, attivabile con un semplice comando "Alexa". Inoltre, l’azienda starebbe anche lavorando per integrare in modo più profondo Siri con app di terze parti e servizi, al fine di offrire un’assistenza sempre più completa.

Inizialmente Gurman aveva annunciato che le modifiche a Siri sarebbero state introdotte tra il 2023 e il 2024, tuttavia il suo ultimo tweet lascia aperta la possibilità che queste novità possano esser presentate già durante la prossima WWDC.

Approfitta dello sconto sull’iPhone 14 Pro

RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments