HomeOperatori TelefoniciIl cavo BlueMed Sparkle: l'imponente collegamento tra Italia e Libia che rivoluzionerà...

Il cavo BlueMed Sparkle: l’imponente collegamento tra Italia e Libia che rivoluzionerà le comunicazioni tra Nord Africa ed Europa

Sparkle ha firmato un Memorandum of Understanding con Libya Postal Telecommunication and Technology Holding Company (Lptic), società di telecomunicazioni statale libica attiva nei servizi fissi, mobili e dati, per la realizzazione di una nuova infrastruttura che colleghi diverse città della Libia alla Sicilia, e attraverso l’Italia all’Europa, tramite il nuovo cavo sottomarino BlueMed di Sparkle.

Lptic è una holding costituita ai sensi della Risoluzione del Primo Ministro n. (63) nel 2005 come società proprietaria di grandi società di telecomunicazioni quali Libyana, Al-Madar, Libya Telecom and Technology.

L’accordo è stato siglato in occasione della visita a Roma di Abulhamid Dabaiba, Primo Ministro del Governo di Unità Nazionale da Mohamed Ben Ayad, presidente di Lptic, ed Enrico Maria Bagnasco, amministratore delegato di Sparkle. L’intesa prevede anche la possibilità per Sparkle di offrire servizi aggiuntivi a Lptic nonché diritti sul BlueMed che verranno ulteriormente esaminati e dettagliati dalle parti in vista dell’accordo definitivo.

Il cavo sottomarino BlueMed è approdato il mese scorso a Palermo, per il completamento della posa del tratto tirrenico dell’infrastruttura tra Genova, Golfo Aranci, Pomezia e Palermo. Il cavo di Sparkle collegherà l’Italia con la Francia, la Grecia e diversi altri Paesi che si affacciano sul Mediterraneo, e fa parte del progetto Blue Submarine Cable System, che conta sulla collaborazione di Google e altri operatori.

BlueMed conta su quattro coppie di fibre e una capacità trasmissiva iniziale di oltre 25 Terabit al secondo (Tbps) per coppia, e ha l’obiettivo di offrire collegamenti Internet ad alta velocità e soluzioni di connettività ad alte prestazioni a Internet Service Provider (Isp), carrier, operatori di telecomunicazioni, fornitori di contenuti, imprese e istituzioni, per supportare il crescente fabbisogno di connettività e l’evoluzione digitale dei paesi collegati.

Dal punto di approdo a Palermo il cavo è destinato a essere collegato con il data center neutrale Sicily Hub di Sparkle, che si proporrà così come punto di scambio “ideale” per il traffico Internet nel Mediterraneo grazie alla prossimità con l’Africa e il Medioriente. BlueMed sarà inoltre collegato tramite l’hub in Sicilia a tutti i cavi internazionali che atterrano in Sicilia.

Il 15 giugno a Roma in occasione di Telco per l’Italia accenderemo i riflettori sull’importanza strategica dei nuovi progetti di infrastrutturazione per l’implementazione di servizi digitali a valore aggiunto. Fra gli speaker, Enrico Bagnasco, amministratore delegato di Sparkle.

D'Orazi Dario
D'Orazi Dariohttps://it-it.facebook.com/darioita
Editore e Giornalista mi occupo di tutto quello che fa parte della tecnologia, automobili e curiosità. Laureato sono sempre stato appassionato alla scrittura e amo il mondo del giornalismo.
RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments